FAI WORKAWAY E COUCHSURFING

Aggiornamento: 3 mag 2020




Ci sono diversi modi per risparmiare e contenere i costi viaggiando, senza dover ricorrere ad un lavoro vero e proprio, di seguito andremo a specificare 2 dei principali modi per viaggiare low cost.

WORKAWAY COS'E' E COME FUNZIONA?

POSSO FIDARMI?

Innanzitutto, parliamo di cosa sia esattamente WORKAWAY:

un sito dove viaggiatori (workawayers) possono trovare annunci di persone che hanno un attivita’ (host) e richiedono lavoratori che possano aiutarli in qualche compito. I Workawayers per qualche ora di lavoro al giorno ottengono in cambio vitto e alloggio, gli host in cambio, ottengono persone che lavorano per loro.

Il sito stesso è piuttosto semplice da utilizzare e gratuito per cercare i profili degli host da tutto il mondo. Se vuoi invece fare domande agli host per essere preso in una delle posizioni o addirittura vuoi tu fare da host, allora hai bisogno di creare un account, che ha un costo di 26 dollari per un periodo di due anni. Addirittura è possibile registrarsi come coppia con un altro viaggiatore e pagare lo stesso prezzo dividendolo tra i due.

Infine, arriva la parte divertente di ricerca dei posti di lavoro e dell’ attesa delle risposte degli host.

Non aspettatevi una risposta da ogni lavoro che si richiede. Ricordatevi che ci sono centinaia di altri lavoratori là fuori nella stessa vostra posizione. Una volta che avete contattato l'host ed vi ha risposto positivamente, iniziate a pianificare i dettagli della vostra permanenza come quanto tempo volete rimanere, quante ore dovete lavorare, quali sono i compiti da svolgere ecc .... La nostra esperienza nei diversi posti dove abbiamo fatto Workaway e’ stata positiva, ci ha regalato esperienze indimenticabili e ci ha fatto immergere completamente nel paese in cui eravamo, agli usi e costumi locali e ci ha permesso di conoscere tantissime persone.


Detto questo, questo tipo di esperienza non è per tutti, quindi prima di prendere una decisione, tenete a mente queste poche cose:


1. LOCALITA'

La maggior parte degli host Workaway non sono propriamente vicino a localita’ turistiche. A volte questo può essere un bene perché si avrà’ l’opportunita’ di conoscere una parte di un paese che non si intendeva visitare.


2. SPESE DI TRASPORTO

Visto quanto sopra, tenete in considerazione quindi i costi di trasporto per raggiungere la localita’ trovata in Workaway. Quindi controllate prima di confermare la vostra disponibilita’, e chiedete agli host se prevedono di supportarvi negli spostamenti verso la città’ più’ vicina o verso i luoghi che volete visitare durante la vostra permanenza.


3. ORARIO DI LAVORO

Gli orari cambiano da host a host, e ovviamente dipendono dalle loro esigenze e dalla stagionalita’ del loro business. In linea generale gli host chiedono un impegno che varia dalle 4 alle 6 ore al giorno per 5 giorni, in cambio di vitto e alloggio, ma concordate sempre bene prima questi dettagli per evitare sorprese all’arrivo.


4. RECENSIONI

Come in ogni cosa ormai fortunatamente esistono le recensioni. Anche in Workaway direttamente negli annunci avrete la possibilità di leggere le esperienze di chi e’ stato li prima di voi, leggetele attentamente prima di scrivere all’host perché’ da qui potrete capire bene l’esperienza che andrete a fare e quali saranno i pro ed i contro.


5. CONSIDERAZIONI E CONSIGLI PERSONALI

Vista la nostra esperienza ci sentiamo di darvi qualche considerazione e consiglio.

Dopo aver fatto Workaway nei paesi più’ disparati, India, Thailandia, Myanmar, Nuova Zelanda, Polinesia e Hawaii, ci sentiamo di dire che il Workaway e‘ davvero utile nei paesi più’ cari, dove le spese di vitto e alloggio quotidiane sono alte, in questo modo lo “sforzo” che farete varrà davvero la pena perche’ vi ritroverete a risparmiare davvero tanto (pensate che in 3 settimane alle Hawaii noi abbiamo speso 400 euro in 2, senza davvero rinunciare a nulla). Mentre nei paesi come India e Myanmar ci ha permesso di entrare subito in contatto con la comunità’ locale e conoscere subito tantissime persone o viaggiatori come noi.

Come consiglio vi lasciamo quello di concordare tutto ma proprio tutto prima, orari di lavoro, turni, giorni liberi, trasporto, se il cibo e’ cucinato da loro o dovete prepararlo e contribuire alle spese, insomma definire tutti i dettagli perche’ talvolta all’arrivo potreste ritrovarvi delle sorprese.


COUCHSURFING COS'E' E COME FUNZIONA?

POSSO FIDARMI?


Couchsurfing e’ un servizio gratuito di scambio di ospitalita’, io ospito te e tu ospiti me, ormai diventato come un social, dove i viaggiatori si scambiano opinioni creano amicizie e si ospitano a vicenda. Un modo per trovano nuovi amici e poter nel frattempo alloggiare gratis in tutto il mondo.

Il sito puo’ essere utilizzato sia da chi ospita sia da chi cerca, ognuno si crea il suo profilo, inserendo le informazioni che vuole far conoscere alle persone, si ricerca per citta’, e si mandano messaggi alle persone che accettano ospiti. Volendo si può’ anche creare il proprio itinerario di viaggio, pubblicarlo, così’ le persone che ospitano possono vedere chi e’ previsto in arrivo in quel giorno e scrivere direttamente alla persona.

E’ un modo splendido e particolare di conoscere persone e visitare un paese con occhi diversi.

E’ proprio questa la cosa più’ bella che ci sentiamo di dirvi, essere ospitati e accompagnati nella visita di una città direttamente da un local senza alcun interesse economico nei vostri confronti è sicuramente un plus non da poco, e vi permetterà di visitare un posto in una maniera totalmente unica ed irripetibile.

Anche qui ovviamente essendo impostato come un social, potrete guardare le esperienze e le recensioni precedenti quindi è davvero difficile trovare brutte esperienze, per questo ci sentiamo di darvi tranquillità e sicurezza nel parteciparvi.


81 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti