LA FASE DI PIANIFICAZIONE

Aggiornamento: 3 mag 2020




FARE IL GIRO DEL MONDO ERA IL NOSTRO SOGNO, E SEMBRA COSI' INCREDIBILE ESSERE RIUSCITI A FARLO!

E' stata una delle più grandi decisioni di vita che abbiamo mai preso, e ovviamente una delle migliori scelte che avremmo potuto fare!

Può' sembrare un'impresa difficile, ma se lo vuoi davvero niente potrà desisterti dal farlo!


Ovviamente ci sono molte cose da tenere in considerazione quando pianifichi un itinerario di viaggio a lungo raggio e, pianificare il necessario, sicuramente faciliterà le cose ma non tutto deve essere programmato.

Per quanto ci riguarda, non eravamo troppo sicuri di pianificare un itinerario prima del nostro viaggio perché entrambi sentivamo la necessità di lasciare spazio agli imprevisti, agli incontri, cercando di mantenere la massima flessibilità possibile. Tuttavia, alla fine, abbiamo deciso di disegnarne uno, per dare una direzione al nostro viaggio. Fare un itinerario intorno al mondo non significa fare una pianificazione giornaliera, ma solo avere un'idea di dove vuoi andare e quando ...

La cosa più importante è rimanere flessibili!

Crediamo davvero che sia una scelta alla portata di tutti per questo vogliamo condividere con voi la nostra storia e i nostri consigli. Pianificare un viaggio intorno al mondo è molto, molto più semplice di quanto sembri!


Ti riassumiamo brevemente le nostre tappe INDIA - NEPAL - MYANMAR - THAILANDIA - NUOVA ZELANDA - POLINESIA FRANCESE - HAWAII - CALIFORNIA - COLOMBIA - ECUADOR - PERU' - BOLIVIA -CHILE- ARGENTINA

Se vuoi conoscere meglio le nostre tappe e il nostro percorso leggi questo post!



1) QUANTO TEMPO HO A DISPOSIZIONE PER UN VIAGGIO INTORNO AL MONDO?

2) PRENOTAZIONE VOLI: QUAL'E' LA SCELTA PIU' ECONOMICA?

3) QUANTO COSTA UN VIAGGIO INTORNO AL MONDO?

4) I VISTI 5) IL CLIMA E LE STAGIONI 6) BACKPACKERS TRAIL: QUALI SONO LE DESTINAZIONI PIU' ECONOMICHE?

7) WORKAWAY E COUCHSURFING 8) TROVA LA TUA ISPIRAZIONE




1 ) QUANTO TEMPO HO A DISPOSIZIONE PER UN VIAGGIO INTORNO AL MONDO?

Questa dovrebbe essere la prima domanda da porsi. Se hai intenzione di viaggiare senza una data di ritorno, onestamente un itinerario non è essenziale, ma potrebbe facilitarti le cose per il periodo iniziale. ( I primi due o tre mesi)

Se hai poco tempo per fare il tuo giro del mondo (6 mesi, 1 anno, come noi), un itinerario è un buon modo per strutturare un po' il tuo viaggio.

Se hai una data di scadenza, dovresti tenere presente che mentre pianifichi un viaggio intorno al mondo, il tempismo è un problema da prendere in considerazione, soprattutto se viaggi in paesi poco sviluppati come l'India, l'Africa o il Sud America. I trasporti non sempre sono veloci ed efficenti.

In generale, non sottovalutare mai questo aspetto del tuo viaggio.



2 ) PRENOTAZIONE VOLI, QUAL'E' LA SCELTA PIU' ECONOMICA?


La nostra scelta iniziale era ricaduta sul RTW ticket. Si tratta di un biglietto "comodo" creato dall'alleanza di alcune compagnie aeree che ti permettono di poter pianificare un itinerario di viaggio in modo veloce. Tuttavia riteniamo questa una scelta da scartare a causa del costo, della poca flessibilità, e dall'impossibilità di cambiare una destinazione in modo semplice e veloce.

Il nostro consiglio è quindi quello di acquistare ogni volo singolarmente, in questo modo avrai una maggiore flessibilità e un risparmio economico non da poco! ( Per darti un'idea noi abbiamo speso 5.300€, IN 2!)



3) QUANTO COSTA UN VIAGGIO INTORNO AL MONDO?


Il denaro è un fattore importante nella pianificazione del tuo itinerario. Ad esempio, il costo medio di una giornata in India è di appena 18 €, mentre questa media è salita vertiginosamente alle Hawaii, e in Polinesia Francese. Scegliere accuratamente i paesi in cui andrai ti permetterà di spendere meno. Come avrai capito, un anno nei paesi del Sud-est asiatico e in Sud America non ti costerà lo stesso di un anno tra Australia, Giappone, Nuova Zelanda, Stati Uniti ed Europa. Questo link potrebbe venirti utile per verificare il costo medio della vita di un determinato paese: numbeo.com


Naturalmente, ci sono moltissimi modi per ridurre il costo di un viaggio di questo tipo. Noi le abbiamo sfruttate al massimo, lavorando come workawayers praticamente in ogni stato in cui abbiamo soggiornato ( a parte il Sud America) e facendo couchsurfing presso le famiglie locali (un altro ottimo modo per immergerti nella realtà di un paese).

Mantieni basso il tuo tenore di vita ( ovviamente se viaggi cheap), soprattutto mantenendo al minimo le spese per i pranzi fuori e lo shopping.

In linea generale ti consigliamo di sopravvalutare il budget piuttosto che sottovalutarlo, in modo da non rimanere scottato.


Quanto abbiamo speso per viaggiare un anno in due?

10.000 € a testa e abbiamo incluso proprio tutto, voli, escursioni, hotel, cibo varie ed eventuali. Se vuoi conoscere tutte le nostre spese nel dettaglio leggi il nostro post!


4) I VISTI


I visti rappresentano una parte fondamentale, in quanto alcuni paesi richiedono un po' di organizzazione per ottenerli. Per l'India va fatto prima, il Myanmar e gli USA utilizzano la richiesta online, ma la verità è che per la maggior parte è possibile farli direttamente arrivati sul territorio nazionale.

L'importante è fare una ricerca prima dei paesi che si vorrebbero visitare e stilare una facilità di ottenimento in modo da non avere brutte sorprese in viaggio.



5) IL CLIMA E LE STAGIONI

E' possibile ovviamente viaggiare in un paese anche se non è la stagione ideale (a volte può anche essere un lato positivo perché i prezzi sono più bassi), ma vale comunque la pena pianificare il tuo viaggio in modo da non arrivare per esempio durante la stagione delle piogge o in pieno inverno, soprattutto quando non hai l'abbigliamento ideale. Noi siamo arrivati in Nuova Zelanda quando l'inverno era appena iniziato, immaginando di trovare una temperatura comunque piacevole. Niente di più sbagliato! Avevamo programmato male e beh che dire l'esperienza al freddo non è stata delle più piacevoli.



6) BACKPACKERS TRAIL: QUALI SONO LE DESTINAZIONI PIU' ECONOMICHE?


Premettiamo che la nostra scelta di destinazioni è stata inusuale, abbiamo raggiunto mete che poco si addicono ai backpackers, tipo Hawaii, Polinesia Francese e California. Abbiamo fatto questa scelta ben sapendo che difficilmente avremmo potuto tornarci e soprattutto perché un volo per la Polinesia, per esempio, acquistato dalla Nuova Zelanda costa 200€, mentre acquistato dall'Italia non meno di 3000 €.

Per poterci permettere queste mete abbiamo programmato minuziosamente l'aspetto workaway (lavorare come volontari in loco in cambio di vitto e alloggio) e sinceramente senza questa eventualità difficilmente saremmo riusciti a permetterci la permanenza in loco, sono destinazioni estremamente costose.

Quindi il nostro consiglio se volete anche voi inserire queste destinazioni è contattare qualche host per il workaway, assolutamente qualche mese prima del vostro arrivo in modo da non essere lasciati a piedi una volta arrivati. I voli prenotateli anche all'ultimo solitamente non aumentano di molto.


Ma se invece preferite mete più economiche quali scegliere?

Il backpackers trail comprende il Sud-est asiatico, l'India, l'Europa orientale, il Sud America andino e l'America centrale. Qui non avrai sorprese il costo della vita è molto basso e i backpackers sono praticamente onnipresenti.


7) WORKAWAY E COUCHSURFING


Questa sezione slittata al 7 posto è in realtà un aspetto molto importante da pianificare soprattutto se si viaggia con un budget ridotto.

Il workaway

Abbiamo parlato molte volte di questa incredibile esperienza e non ci stancheremo mai di tesserne le lodi. Il woraway ti lascia il segno. Ti immerge nella cultura e nelle abitudini di un paese in meno di 24 ore, ma oltre a questo di permette di farti risparmiare molto, moltissimo! Assolutamente consigliato nei paesi occidentali come Stati Uniti, Polinesia Francese, Nuova Zelanda, Australia, Europa.

Soprattutto per questi paesi consigliamo la programmazione di alcuni mesi prima, in quanto hanno scarsa disponibilità e sono richiestissimi, per il sud est asiatico invece è molto più semplice trovarne anche sul momento.

Il couchsurfing

Altra scelta di viaggio che ci sentiamo di consigliare, ma al contrario del workaway non necessità di una programmazione molto tempo prima.


Se vuoi saperne di più su workaway e couchsurfing? vai al nostro post!


8) TROVA LA TUA ISPIRAZIONE

Questa è ovviamente la parte migliore. Hai sempre desiderato andare in un posto? Questo potrebbe essere il momento giusto! Vuoi vivere per 12 mesi al caldo? Nulla di più semplice, con una piccola organizzazione.

Nel frattempo leggi blog di viaggi per trane ispirazione, informati o punta il dito sul mappamondo e scegli a caso, perché no?

L'idea è semplicemente quella di elaborare un elenco di cose che hai sempre sognato fare e luoghi che hai da sempre voluto scoprire.

Il nostro? Era fare le stairway to heaven alle hawaii!!

I migliori viaggi, sono quelli in cui esci sulla strada e vai dove ti porta il vento, ma non è realistico per la maggior parte delle persone. I viaggi intorno al mondo richiedono una pianificazione maggiore di quella che probabilmente vorresti, anche se sei generalmente un viaggiatore avventuroso e spontaneo, ma non rattristarti di sorprese ne incontrerai parecchie!

165 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti